Nelle malattie renali Cordyceps e Polyporus sono un grande aiuto

La scienza moderna ha confermato che la salute dei reni è davvero fondamentale per la salute del nostro corpo. Ogni 10 marzo si celebra la Giornata mondiale del rene, con una serie di iniziative e una campagna di prevenzione in numerose città italiane che prevede la misurazione gratuita della pressione e l’esame delle urine, in considerazione del fatto che il 72% dei pazienti dializzati, cioè che hanno perso del tutto o quasi la funzione renale, sono o malati di diabete o di ipertensione arteriosa.
http://www3.lastampa.it/scienza/sezioni/news/articolo/lstp/392265/
Gli scienziati hanno documentato che il Cordyceps e il Polyporus contrastano efficacemente le principali alterazioni che si registrano in chi è affetto da malattie renali, come la creatinina alta nel sangue o l’eccesso di proteine e di albumina nelle urine. Il Cordyceps, per esempio, è in grado di assicurare nuova capacità filtrante al rene. Il Polyporus inoltre è un ottimo diuretico risparmiatore di potassio.
Cordyceps e Polyporus sono potenti tonici renali, in grado di restituire salute all’organo ammalato.
ll Cordyceps (Cordyceps sinesis) si usa in medicina cinese da moltissimo tempo nel trattamento della nefrite. In uno studio condotto su 51 pazienti affetti da insufficienza renale cronica, il Cordyceps, al dosaggio di 3-5 grammi al giorno, ha migliorato in modo significativo la funzione renale e quella immunitaria. (Guan et al.1992)

Il Polyporus è un ottimo diuretico risparmiatore di potassio

Nella Medicina tradizionale cinese, il Polyporus è utilizzato da 2000 anni ed è sempre stato apprezzato per le ragioni che ho appena esposto. Favorendo la diuresi, migliora la circolazione del sangue, riduce la pressione arteriosa (se alta) e migliora quello il lavoro del cuore, maggiormente protetto dal risparmio del potassio.

L’insufficienza renale cronica

Il professor Balducci ritiene che «una persona su 10 abbia un’insufficienza renale cronica». Si tratta di una patologia molto seria che può rappresentare una condizione di pericolo di vita. Colpisce in maniera piuttosto frequenta gli anziani (ma non solo) perché i loro reni, con il tempo, e a causa di problemi secondari ad altri organi oppure per ipertensione arteriosa, problemi circolatori, metabolici o diabete, si ammalano e non funzionano più bene. L’aumento della creatinina nel sangue, la proteinuria totale e l’albuminuria alte nelle urine, sono indicatori di malattia renale, che migliorano con il Cordyceps e il Polyporus.

Cordialmente
dr Walter Ardigò

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato.

Immagine CAPTCHA

*