Per eliminare l’acne in modo definitivo

Reishi, Shiitake e Agaricus

Laura ha vent’anni e da parecchio tempo è affetta da un’acne diffusa, esteticamente molto brutta, che le ricopre quasi tutto il volto. Il fatto che circa il 10% dei suoi coetanei soffra di acne, e che più della metà delle ragazze abbia la pelle grassa, con qualche foruncolo qua e là, non attenua il suo disappunto. Anzi, ben presto il disappunto si trasforma in un vero e proprio disagio. Su cui occorre intervenire. Sì, perché Laura, a causa dell’acne, non esce quasi più di casa. Figlia unica di genitori separati, vive con la madre. Giorno dopo giorno, la sua autostima è finita sotto i tacchi. In questo periodo terribile, esce soltanto per andare al lavoro in ufficio, con due dita di fondotinta sulla pelle e con indosso un paio di occhiali scuri. Non si vede più con gli amici.
Prescrivo Reishi Agaricus e Shiitake e un’alimentazione priva di latte e formaggi, di cui Laura è ghiotta, ma assolutamente controindicati in caso di acne. Dopo un mese di micoterapia, l’acne si è già ridotta del 20-30%. In circa tre, quattro mesi, tutti, o quasi i foruncoli sono andati via, anche se restano alcune cicatrici visibili. Laura continua il trattamento per altri tre mesi e le cicatrici si riducono ancora, fino a non lasciare quasi più alcun segno sul suo volto. Dopo tanto nascondersi, Laura si sente di nuovo uguale agli altri, ricomincia a uscire con gli amici. Anche la sua autostima è decisamente migliorata. Si è iscritta al Centro di Yoga più frequentato della sua città, dove si reca tre sere a settimana, dopo il lavoro. Ha ripreso a condurre una vita sociale e a instaurare relazioni con gli altri. La vita, insomma, è tornata a pulsare nelle sue vene e lo dicono gli occhi, ancor prima che le parole. Laura adesso è felice.
Come agisce il Reishi
Prescrivo Reishi, Agaricus e Shiitake e alimentazione senza formaggi e latte.
Il Reishi e l’Agaricus rendono la pelle molto liscia, tonica e sana, mediamente ancora più bella di quella dei ragazzi e ragazze della sua età.

Cordialmente
dr Walter Ardigò

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato.

Immagine CAPTCHA

*