Le principali malattie metaboliche sono quattro:
sovrappeso, colesterolo elevato, sindrome metabolica e diabete; accomunate dall’alto rischio cardiovascolare. Favoriscono la comparsa di ipertensione arteriosa, cardiopatie, malattia delle coronarie e infarto.
A queste malattie non viene data abbastanza attenzione. Il peso eccessivo è un’epidemia dilagante. Oggi il 3/4 della popolazione USA ha problemi di eccesso di peso, grave nel 20% che è tecnicamente “obesa” (12% nel 1990), e il 54% è in “sovrappeso” (44%).
Il colesterolo elevato è un valore sentinella da monitorare attentamente, perché è un fattore di rischio cardiovascolare.
Anche il diabete è una patologia dilagante. Se nel 1990 negli USA dopo i 55 anni era arrivata al 10% oggi è al 20%.
La sindrome metabolica è composta da situazioni patologiche (sovrappeso, ipercolesterolemia, iperglicemia e ipertensione). Quando due di questi fattori sono alterati si fa questa diagnosi. I parametri alterati in modo più costante sono l’ipertensione e l’iperglicemia. Ma l’aspetto più inquietante resta l’alto rischio cardiovascolare, che oggi in Italia riguarda addirittura il 25% della popolazione, 15 milioni di persone: una cifra immensa.

…pizzicando qua e là sul libro “I 4 poteri del Reishi e della Micoterapia” dr Walter Ardigò

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato.

Immagine CAPTCHA

*