Stop alla febbre con i beta-glucani

(studio scientifico USA)

 temperature people

temperature people

Un recente studio scientifico ha confermato i numerosi benefici apportati al nostro organismo dai beta-glucani, sostanza di cui i funghi curativi sono ricchi. Nello specifico, è stato preso in esame un gruppo di 40 persone, è stato suddiviso tra chi avrebbe assento beta-glucani e chi niente. Nel periodo gennaio-marzo (stagione invernale) le persone del primo gruppo non hanno accusato episodi febbrili, a differenza delle altre, dove sono stati presenti nella misura del 20%. Non solo, il gruppo trattato con i beta-glucani ha riportato durante i 90 giorni di trattamento punteggi migliori in vari test che misuravano qualità della vita e benessere psico-fisico (0,8 ± 5,5 1,9 ± 2,8,).

Nessun effetto collaterale

I Beta-glucani hanno migliorato la funzione immunitaria, senza scatenare reazioni infiammatorie alle vie respiratorie. È chiaro che, avendo un sistema immunitario più efficiente, queste persone non sono state soggette a sindromi influenzali. Il comune raffreddore di solito è causato da virus para-influenzali e provoca una sintomatologia che i farmaci non riescono a sconfiggere. Un’ultima considerazione resta da fare sui Beta-glucani utilizzati in questo studio: sono stai estratti dal lievito di birra (Saccharomyces cerevisiae) e, nonostante siano meno potenti rispetto a quelli contenuti nel Reishi e nell’Agaricus, sono stati in grado  – come abbiamo visto – di garantire ottimi risultati.

Cordialmente
dr Walter Ardigò

Bibliografia

Feldman S, Schwartz HI, Kalman DS, Mayers A, Kohrman HM, Clemens R and Krieger DR (2009): “Randomized phase II clinical trials of Wellmune WGP® for immune support during cold and flu season.” Journal of Applied Research, Vol. 9, No. 1 & 2, March-June.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato.

Immagine CAPTCHA

*