Cordyceps: uno dei rimedi più potenti e salutari al mondo

Il Cordyceps è originario del Tibet, dove si è ben adattato a vivere tra i 4000-5000 metri di altitudine, in un ambiente povero di ossigeno. Anzi, è proprio questa sua particolarità a renderlo interessante e utile per l’uomo quando si trova in condizioni d’ipossia. Capita in alta montagna, nello sforzo fisico durante un’attività sportiva o in caso di malattia (pensiamo alle anemie, all’enfisema, all’asma o anche alle malattie cardiache).
Il Cordyceps spunta dalla terra a maggio inoltrato, due settimane la conclusione dell’inverno, dopo che anche le ultime nevi si sono finalmente sciolte. Assorbe dall’ambiente una quantità circa doppia di ossigeno rispetto a tutte le altre forme di vita. Essendo un fungo commestibile non c’è tibetano che non ne faccia uso abituale.

Il Tibet è un altipiano posto alla quota della cima del Monte Bianco, 4810 m.

A queste quote si sono adattati a vivere gli Yak, buoi docili e mansueti, le popolazioni autoctone, il fungo Cordyceps e qualche arbusto o lichene. Nient’altro. Ogni ecosistema sopravvive se è in grado di creare un ciclo autosufficiente. Senza il Cordyceps, lo yak forse non riuscirebbe a riprodursi e quindi a sopravvivere. E senza lo yak le popolazioni non sarebbero in grado di trarre sufficiente sostentamento.

Il Cordyceps potenzia enormemente l’apparato respiratorio

Gli studi dimostrano che il Cordyceps migliora e risolve bronchite e asma. Anche persone affette da enfisema, patologia degenerativa che distrugge la superficie di scambio tra il polmone e il sangue, hanno riscontrato miglioramenti.

Il Cordyceps è di grande aiuto e prevenzione per il cuore, scalda il corpo e la mente

Questo fungo stimola l’energia fisica e mentale, il cuore e la circolazione (se messi sotto sforzo in montagna), protegge la pelle esposta al sole e al vento, le ossa e la muscolatura sottoposte a un uso intenso.

Il Cordyceps tiene lontano l’invecchiamento

Eliminando i radicali liberi, protegge le cellule dall’invecchiamento, processo che si accentua in presenza di elementi atmosferici come sole, vento, pioggia, freddo e neve. Il Cordyceps è anche fonte di minerali, di vitamine e di nutrimento, se si considera che l’assunzione di 2 grammi al giorno equivale a circa 20 grammi di fungo fresco.

Cordialmente
dr Walter Ardigò

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato.

Immagine CAPTCHA

*