Esatto. L’associazione con la vitamina C aumenta l’assorbimento intestinale dei principi attivi contenuti nei rimedi micoterapici. Questa sostanza, infatti spezzetta i beta-glucani presenti nei funghi, che sono formati da lunghe catene molecolari, in sequenze più brevi, più facili da assimilare. Conviene scegliere la vitamina C nella forma lipo, cioè legata (esterificata) a una sostanza oleosa (come palpitato), perché in questa forma attraversa facilmente le membrane delle cellule, che sono costituite da molecole di grassi. In questo modo l’assorbimento è più completo.

… pizzicando qua e là sul libro “I Funghi Medicinali in 240 malattie: guida alla scelta” 
buona lettura
dr Walter Ardigò

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato.

Immagine CAPTCHA

*