Epatiti meglio con i Funghi Curativi

Epatopatie non infettive
Epatopatie infettive virali A, B e anche C: i sia nelle fasi latenti o in remissione, sia nelle fasi attive.
Integrati alla Terapia Convenzionale, i Funghi Curativi possono migliorare la sintomatologia e mitigare gli effetti collaterali della terapia in corso.Numerosi Studi Scientifici hanno riconosciuto i principi attivi e la loro efficacia.
I Principi attivi :
I funghi sono epatoprotettori, attraverso le azioni combinate di almeno due meccanismi principali tutti finalizzati alla regolazione delle funzioni fondamentali del fegato :
Contiene numerosi enzimi disintossicanti, alcuni antiossidanti (Superossido Dismutasi SOD, laccasi), altri con diverse azioni biochimiche (perossidasi, catalasi, citocromo P-450), importanti nel neutralizzare radicali liberi e nel depurare l’organismo.
Da sottolineare che questi  enzimi disintossicanti sono gli stessi presenti nel nostro organismo, ed alcuni tra i più preziosi come il citocromo
Oltre alla regolazione del colesterolo della glicemia a livello epatico, prodotti metabolici chiave per la salute, alcuni Beta-glucani collaborano alla regolazione dell’attività di smaltimento e depurativa  svolta dagli enzimi disintossicanti.
Sono estremamente importanti nel sostegno ai processi immunitari, contribuendo a difendere il fegato dalle pericolose epatiti virali A, B, C.
Altri principi attivi (Beta-glucani) svolgono un’azione tonica.

Cordialmente
dr Walter Ardigò

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato.

Immagine CAPTCHA

*