I funghi medicinali sono amici per la pelle

Gentile dottore,
mi chiamo Giada, ho 50 anni e, a dispetto di un forte scetticismo iniziale, oggi sono una ferma sostenitrice della micoterapia. Infatti, ho potuto sperimentare i suoi effetti benefici in prima persona. Per questo ho deciso di scrivere questa lettera: vorrei raccontare a tutti la mia esperienza, così da aiutare il maggior numero possibile di persone, anche solo con un incoraggiamento. Sono una parrucchiera e ormai da più di trent’anni ogni giorno entro in contatto con sostanze potenzialmente irritanti. Cinque anni fa ho iniziato ad avere problemi alla pelle delle mani: era sempre secca, arrossata e mi dava prurito intenso. Ho provato ad applicare creme idratanti di ogni tipo, ma la situazione non migliorava. Così mi sono rivolta al medico, che ha diagnosticato un eczema da contatto su base allergica. Mi ha prescritto delle pomate cortisoniche e antistaminiche, che però non hanno dato grandi risultati. Una mia amica appassionata di medicine naturali mi ha suggerito allora di provare a usare i funghi medicinali, che nel suo caso avevano prodotto grandi risultati. All’inizio mi sono rifiutata categoricamente: non ho mai creduto nell’efficacia dei rimedi dolci e, nella mia testa, ero convinta che mai avrebbero potuto funzionare contro una malattia della pelle. Dopo qualche mese, però, mi sono fatta convincere: ormai l’eczema era diventato esteso e fastidioso e non ne potevo veramente più. Ho, quindi, pensato “tentiamo anche questa strada, tanto non ho nulla da perdere”. Su suo suggerimento ho iniziato a usare il Reishi e, con mio grande stupore, dopo qualche settimana ho iniziato a stare meglio. Nel tempo, i sintomi sono migliorati ulteriormente. Non mi sembrava vero di poter avere nuovamente delle mani “normali”. Oggi, a distanza di quattro anni dall’inizio della cura, continuo a fare dei cicli di mantenimento e sto molto meglio. È alla luce di questo mio percorso che mi sento di consigliare a tutti coloro che soffrono di dermatite di provare la micoterapia!
Gentile Giada,
innanzitutto vorrei esprimerle la mia gioia per il suo ritrovato benessere. In secondo luogo vorrei ringraziarla per questo racconto così entusiastico, che mi offre la possibilità di parlare di una malattia purtroppo molto diffusa, che effettivamente può trarre grande vantaggio dalla cura con i funghi medicinali. La sua amica le ha dato, dunque, un ottimo suggerimento. Tuttavia, per ottenere benefici ancora maggiori le consiglio di non limitarsi a usare il Reishi, ma di aggiungere altri due rimedi che, come spiegherò fra poco, sono preziosissimi in questi casi.

Che cos’è l’eczema

L’eczema o dermatite è una patologia infiammatoria della pelle abbastanza diffusa. Ne esistono vari tipi, ma le due forme più diffuse sono l’eczema da contatto e l’eczema atopico. Il primo, come dice il nome stesso, è legato al contatto con sostanze irritanti o allergizzanti.
La dermatite irritativa non vede il coinvolgimento del sistema immunitario, ma si caratterizza per un danno diretto dei tessuti. La dermatite allergica, invece, è mediata dal sistema di difesa che, all’esposizione con la sostanza verso cui la persona è sensibile, avvia la produzione di anticorpi, che portano poi alla comparsa dei sintomi. Potenzialmente le sostanze che possono scatenare una dermatite da contatto sono migliaia: si va dal nichel ad altri metalli, dalle sostanze chimiche alle colle. Anche la dermatite atopica è una reazione allergica, però si manifesta indipendentemente dal contatto con le sostanze verso cui si è allergici. In tutti i casi, i sintomi dell’eczema sono simili: la pelle diventa secca, arrossata e ispessita. Inoltre, si può avvertire un prurito anche intenso, che peggiora la qualità della vita, e possono comparire desquamazione e lesioni.

In che modo agisce la Micoterapia

Per migliorare la situazione è sicuramente utile non usare detergenti troppo aggressivi e non strofinare la cute dopo averla lavata, ma tamponarla delicatamente con un asciugamano morbido. Ovviamente, è importante anche evitare il contatto con quelle sostanze che risultano irritanti o allergiche. Se si vuole risolvere definitivamente il problema, però, occorre iniziare una cura specifica. La micoterapia è ottima in questo senso: infatti, agisce sia sulle cause alla base della problematica sia sui sintomi. L’ideale è ricorrere a un protocollo costituito da tre funghi: Shiitake, Reishi e Agaricus. Lo Shiitake ha un effetto specifico sui meccanismi scatenanti: infatti, protegge in maniera eccellente l’intestino, l’organo dove ha sede la maggior parte delle cellule immunitarie. Di conseguenza, il sistema di difesa si riequilibra e non produce più gli anticorpi che scatenano l’eczema. Reishi e Agaricus, invece, sono dotati di azione antinfiammatoria, antistaminica e immunostimolante: da una parte, dunque, combattono l’infiammazione caratteristica della malattia, migliorando tutti i sintomi, e dall’altra permettono al sistema di difesa di funzionare meglio. Inoltre, entrambi coadiuvano lo Shiitake nella sua azione di eliminazione degli anticorpi, bloccando sul nascere la reazione allergica. Il consiglio è di prendere 2 grammi di ciascun fungo al giorno, per almeno tre mesi.

Cordialmente
dr Walter Ardigò

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato.

Immagine CAPTCHA

*