Non è semplicemente un rimedio utile, il Reishi è il “Rimedio”: possiede, infatti, potentissime azioni, capaci di riequilibrare la salute sotto moltissimi punti di vista e senza effetti collaterali.

La sua composizione

Il Reishi contiene un’elevatissima quantità di sostanze biologiche utili alla salute. Secondo le ricerche effettuate, sono più di 400 i suoi componenti attivi benefici. Di questi, circa 200 potenziano le funzioni immunitarie. Gli altri principi garantiscono effetti curativi eccellenti e rari in natura che agiscono su tutto il resto dell’organismo. Fra i principi attivi presenti nel Reishi, vale la pena di ricordare:

– i polisaccaridi, che sono più di 100. I più interessanti del gruppo sono i beta-glucani. Sono dotati di azioni: antivirale,antibiotica, antinfiammatoria cortison-like, immunostimolante. Uno è anti-ulcera e anti-Helicobacter pylori. Altri poli-saccaridi, i ganoderani B e D, sono ipoglicemizzanti e migliorano l’utilizzo del glucosio nei tessuti;

– i triterpeni, che sono circa 140. Distribuiti in tutto il fungo,anche nelle spore, sono responsabili del sapore amaro. Sono quasi tutti acidi ganoderici. Hanno effetto antivirale, antibiotico, antistaminico, cortison-like antinfiammatorio e immuno-stimolante. Inoltre, riducono il livello del colesterolo nel sangue. In particolare, tre terpeni sono efficaci antistaminici: gli acidi ganoderici C, D e il ciclo-ottosolfuro. Altri tre terpeni (acido ganoderico R, S e acido ganosporerico A) in uno studio hanno protetto i topi dalla necrosi epatica indotta da sostanze molto tossiche (cloroformio e d-galatto-samina). Infine, 112 triterpeni riducono la pressione sanguigna con effetto ACE inibitore;

– i nucleotidi, il principale dei quali, l’adenosina, è un ottimo vasodilatatore con effetto sui vasi sanguigni coronarici, cerebrali, della retina, del rene, del muscolo, della pelle e periferici di tutto il corpo. Inoltre, è un antiaggregante piastrinico, in grado di diminuire la viscosità del sangue, ed è un ottimo ansiolitico e antistress, con effetto rilassante sul muscolo;

– alcune proteine dotate di attività biologica. In particolare, la LZ-8 è una proteina con un potente effetto contro l’anafilassi;

– sostanze simili ad alcuni ormoni prodotti dall’ipofisi, che nella donna stimolano le ovaie a produrre gli ormoni femminili carenti e nell’uomo i testicoli a produrre l’ormone maschile carente. Inoltre, stimolano il surrene con effetto tonico e antistress;

– enzimi del fegato, alcuni decisivi per l’effetto disintossicante (citocromo P-450) e altri per l’effetto antiossidante (SOD, perossidasi, catalasi) che neutralizza i radicali liberi accumulati a livello epatico;

– la tirosinasi, che mantiene la pelle bella e liscia e modula la produzione di melanina, eliminando le macchie cutanee.

 

Un’azione a tutto tondo

Accanto a questi, fanno parte della composizione del Reishi altre sostanze benefiche, come:

– gli antiossidanti in generale, che contrastano l’azione dei radicali liberi, molecole nocive, responsabili dell’invecchiamento precoce di cellule e tessuti;

– i polifenoli, che hanno azione antiossidante e proteggono l’apparato cardiovascolare;

– alcune sostanze chelanti (che captano) di metalli pesanti;

– la vitamina D (ergosterolo), importante per la sintesi delle ossa;

– vitamine del complesso B (riboflavina, niacina, biotina, acido folico). Il Reishi, come gli altri funghi, contiene in particolare la vitamina B12 o cobalamina, una sostanza essenziale per la salute del sistema nervoso, il metabolismo del ferro e la produzione di emoglobina. L’unico altro alimento a contenuto simile di vitamina B12 è la carne. Per questo, il Reishi è utile nelle diete vegetariane;

– i minerali, come il magnesio, il potassio, il manganese e pochissimo sodio. Inoltre il ferro, di cui molte persone sono carenti, il germanio (molo raro), che ha azione energetica e depurativa, il selenio, che possiede un elevato potenziale antiossidante e lo zinco, utile per l’acne, la gravidanza e la sessualità;

– gli aminoacidi essenziali che si trovano solo nei legumi e nella carne e che costituiscono un’importante integrazione nelle diete vegetariane.

 

È bene sapere, infine, che i funghi sono ricchi di proteine e fibre e poveri di grassi: sono indicati, dunque, anche per man-tenersi in forma.

 

…pizzicando qua e là sul libro “i 4 poteri del Reishi e della Micoterapia” del dr Walter Ardigò

 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato.

Immagine CAPTCHA

*