Il Cordyceps rafforza la virilità sessuale maschile, di psiche e soma

Cordyceps e Disfunzione Erettile

In Oriente è abbastanza frequente che l’uomo lo assuma in occasione di incontri galanti. Naturalmente, l’effetto si manifesta con l’assunzione continuata, per un mese e oltre. Più l’assunzione è prolungata, più il risultato è prorompente, dato che il Cordyceps aumenta il testosterone nell’uomo.
Oltre a rafforzare l’apparato genitale, il Cordyceps fornisce benefici anche a livello circolatorio perché contiene l’Adenosina, un nucleoside dall’effetto vasodilatatore che aumenta l’afflusso del sangue nei corpi cavernosi. Il Cordycerps contiene anche numerose sostanze ansiolitiche e antidepressive. In particolare, stimola i circuiti mentali superiori che fanno capo “all’area limbica” del cervello, che potremmo definire – senza addentarci troppo in tecnicismi – la stazione centrale di arrivo e di partenza da dove transitano le emozioni.

Il Cordyceps aumenta il testosterone.
L’aumento della virilità conosciuto fin dall’antichità trova la conferma dei ricercatori

La lunga storia dell’impiego del Cordyceps in Medicina Tradizionale Cinese – utile a  rafforzare la virilità e la funzione sessuale maschile – è stata convalidata dalla ricerca, che ha dimostrato la sua efficacia anche in età avanzata.

Scientificamente dimostrato

Numerosi lavori scientifici hanno dimostrato i benefici del Cordyceps in disturbi specifici come la Disfunzione Erettile. È stato infatti certificato che l’assunzione di questo fungo stimola la produzione di testosterone, l’ormone che nell’uomo regola il desiderio e la virilità.

1° Studio sull’uomo (Yang, 1995)

Nel 1995, in uno studio clinico, il professor Yang ha studiato un gruppo di pazienti anziani, affetti da scarso desiderio sessuale e altri sintomi correlati.

Metodologia dello studio


I pazienti sono stati suddivisi in due gruppi. Al primo è stato somministrato il Cordyceps, al secondo un placebo. Dopo il trattamento con il Cordyceps si è avuto un deciso aumentato del desiderio sessuale nel primo gruppo. Inoltre, dall’esame delle urine è stato riscontrato un aumento dei 17-cheto-steroidi, che sono il prodotto di eliminazione del testosterone. Un’ulteriore conferma che il Cordyceps ha veramente stimolato la produzione di questo ormone. Nel gruppo trattato con placebo si è registrato un incremento minimo, non significativo.

2° Studio sull’uomo (Wan, 1988)

Il prof. Wan nel 1988, ha condotto uno studio clinico su 189 pazienti con diminuzione del desiderio sessuale. Il Cordyceps si rivelato molto utile perché ha migliorato il funzionamento sessuale, l’erezione, e ridotto l’impotenza.
Il gruppo di controllo trattato con placebo non ha avuto nessun miglioramento.

Cordialmente
dr Walter Ardigò

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato.

Immagine CAPTCHA

*