L’alimentazione scorretta, secondo molti studiosi, probabilmente è la principale causa di malattia
Gli alimenti da usare con maggior parsimonia sono il frumento e i suoi derivati, lo zucchero, i formaggi, il latte e le proteine di origine animale. In particolare, latte e derivati indeboliscono i fermenti lattici, che quindi non riescono a mantenere nell’intestino tenue l’acidità necessaria per digerire bene. Di conseguenza, una parte del contenuto intestinale che non viene digerita forma ammassi di detriti, che cominciano a depositarsi sulla parete intestinale, richiamando batteri. L’intestino tenue così si infiamma, producendo muco. Inoltre, sulle sue pareti si formano progressivamente delle incrostazioni. Questo ispessimento compromette la secrezione di enzimi necessari per la digestione e l’assorbimento, creando un circolo vizioso. Le conseguenze sono due: da un lato subentra malassorbimento, con carenze nutritive che predispongono a malattie, dall’altro i batteri patogeni producono  sostanze tossiche (ammoniaca, fenolo, indolo, cadaverina, putrescina) e anche cancerogene, come esempio la beta galattosamina.

…pizzicando qua e là sul libro “I 4 poteri del Reishi e della Micoterapia” dr Walter Ardigò

 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato.

Immagine CAPTCHA

*