La nefrosi dà proteinuria

ma il Reishi gradualmente la elimina

Un gruppo di ricercatori, grazie agli effetti curativi del Reishi, ha eliminato in 14 pazienti affetti da nefrosi renale la proteinuria (ossia la presenza di proteine nell’urina), che la cura con farmaci chimici non era riuscita a eliminare. Nello specifico, il professor Futrakul e un gruppo di ricercatori dell’ospedale di Bangkok (Thailandia), specializzati in immunologia e pediatria, hanno preso in esame la condizione clinica di 14 pazienti affetti da nefrosi con sclerosi focale segmentale (GSFS), in trattamento con cortisone, ciclofosfamide e vasodilatatori, che continuavano ad avere proteinuria persistente. Il Reishi, oltre ad arrestare il fenomeno della proteinuria, ha contrastato con efficacia anche l’infiammazione del tessuto renale, che gradualmente rovina le cellule e le funzioni dell’organo.

Questi risultati appartengono ai miei studi, ma anche alla mia pratica di lavoro

Sono ben felice di comunicare questi risultati, davvero straordinari, frutto della sempre più abbondante letteratura scientifica, applicati con protocolli di cura che coinvolgono ospedali pubblici, università, centri di ricerca. La stessa impressione sull’efficacia del Reishi in questo particolare tipo di patologia renale la riscontro anch’io, nella pratica clinica, da molti anni. Spero che le tante persone che soffrono di nefrosi, possano, grazie al Reishi, andare incontro a miglioramenti ulteriori e significativi.

La nefrosi con glomerulosclerosi focale segmentaria (GSFS)

La nefrosi con glomerulosclerosi focale segmentaria (GSFS) è la terza causa più comune di SN negli adulti (20-30%) e si ritrova nel 20% delle persone HIV positive. Può portare i reni alla perdita definitiva di funzione e quindi alla dialisi. Ma c’è il Reishi che, come dicono i ricercatori dello studio condotto a Bangkok, non rappresenta solo una vaga speranza: è già una nuova realtà.

Cordialmente
dr Walter Ardigò

Bibliografia

Futrakul N, Panichakul T, Butthep P, Futrakul P, Jetanalin P, Patumraj S, et al. “Ganoderma lucidum suppresses endothelial cell cytotoxicity and proteinuria in persistent proteinuric focal segmental glomerulosclerosis (FSGS) nephrosis.” Clin Hemorheol Microcirc 2004;31(4):267-272.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato.

Immagine CAPTCHA

*