La Tiroidite di Hashimoto risponde bene alle cure naturali

con Agaricus Blazei, Reishi, Cordyceps e Coriolus

A beneficio dei lettori, rispondo volentieri a una mail ricevuta pochi giorni fa, in cui mi si poneva la seguente domanda:
“La Micoterapia può essere utile nella cura di una patologia autoimmune come la tiroidite di Hashimoto?”
La risposta che mi sento di dare è: sì, la tiroidite autoimmune risponde bene alla Micoterapia.
Nel caso di specie, i funghi più indicati potrebbero essere Agaricus Blazei, Reishi, Cordyceps e Coriolus (2-3 di questi) che, assunti gradualmente e con regolarità, nell’arco di qualche mese, danno risultati molto promettenti, in alcuni casi persino risolutivi.
A questo proposito, sono in grado di citare un caso che mi ha riguardato da vicino. L’anno scorso mia moglie ha avuto una tiroidite virale, non di Hashimoto, dunque, ma la situazione clinica poteva dirsi ugualmente seria. Ebbene, grazie alla Micoterapia, è andata incontro a una guarigione rapida e completa.
Il risultato è stato confermato dall’ecografia, con grande sorpresa dell’ecografista, dell’endocrinologo e degli stessi medici.
In virtù della mia ormai lunga esperienza nel campo della Micoterapia, posso testimoniare di assistere, nel mio studio, a queste “guarigioni” in maniera piuttosto frequente. Si tratta di una risposta meravigliosa e semplice predisposta dalla Natura.

Cordialmente
dr Walter Ardigò

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato.

Immagine CAPTCHA

*