Lo Shiitake è la base della salute intestinale

Lo Shiitake è un fungo che svolge quattro azioni necessarie per la salute intestinale.

I fermenti lattici intestinali

I fermenti lattici (il Lactobacillus brevis e il Bifidobacterium breve, tra i batteri più importanti della flora intestinale) sono la base per mantenere in buona salute il  nostro intestino. Per crescere hanno bisogno di sostanze di cui lo Shiitake è molto ricco.
Il Trealosio, per esempio, è uno zucchero raro e, insieme alle fibre, costituisce il necessario nutrimento (prebiotici) dei fermenti lattici, affinché si formi una flora batterica sana. Prebiotici sono le fibre del fungo, che agiscono in sintonia con i Terpenoidi e i Beta-glucani che eliminano i batteri intestinali patologici. I batteri patologici fermentano e producono gas e tossine, che vanno in circolo e risultano dannose (alcune di esse, come la nitrosammina, addirittura cancerogene).
Lo Shiitake, in sostanza, svolge nell’intestino due azioni coordinate di risanamento della flora batterica: nutre i fermenti lattici intestinali (cioè i batteri sani) ed elimina solo la flora batterica patogena.

Lo Shiitake elimina i batteri intestinali patogeni

Le fibre nutrono solo la flora batterica intestinale sana e i terpenoidi e i beta-glucani, che sono attivi antimicrobici attaccano ed eliminano solo la flora batterica patogena.
I termini prebiotico e probiotico sono per un certo verso infelici perché possono prestarsi a fraintendimenti. In realtà, nel loro riferimento etimologico, contengono entrambi la parola bios, che significa vita. Tutti e due, infatti, sono indispensabili alla nostra salute.

Cordialmente
dr Walter Ardigò

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato.

Immagine CAPTCHA

*