La malattia nella visione olistica

Siamo abituati a considerare il sintomo e la malattia problemi da eliminare il prima possibile e per questo cerchiamo una soluzione preferibilmente immediata. Per esempio, per combattere la tosse o il colesterolo ci rivolgiamo al medico, chiedendogli di prescriverci la terapia adatta. Se il farmaco prescritto risolve i sintomi, siamo soddisfatti e ritorniamo a essere tranquilli. C’è però anche un altro modo di guardare alla malattia: se proviamo a guardarla con una visione olistica possiamo renderci conto che assume significati differenti.
Innanzitutto, la malattia nasce in un organismo, nel suo punto più debole. Evidentemente il corpo, con tutte le sue risorse, non è riuscito a difendere quella parte. Non bisogna, quindi, considerare solo la parte sofferente: l’organismo è un tutt’uno, per cui il benessere e la malattia sono il risultato di tutte le sue singole parti. Come in una famiglia. Le singole parti sono correlate, hanno rapporti, si aiutano e questo ci permette di utilizzarle per migliorare la salute e per rispondere meglio alle malattie.

…pizzicando qua e là sul libro “Micoterapia per tutti”
dr Walter Ardigò

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato.

Immagine CAPTCHA

*