Perchè l’incontinenza urinaria in Occidente è 20 volte più frequente che in Oriente?

L’incontinenza urinaria è una perdita involontaria di piccole quantità di urina e si verifica per un aumento della pressione sulla vescica. Può succedere in seguito a eventi banali come ripetuti e persistenti colpi di tosse oppure come complicazione di altri episodi clinici. Nell’uomo, per esempio, è spesso una complicazione dell’intervento chirurgico alla prostata, che può “toccare”, danneggiandoli, i nervi o gli sfinteri uretrali.  Nella donna alcune cause che fanno insorgere l’incontinenza sono le gravidanze, l’obesità, ma anche il cedimento dei tessuti di supporto, più frequente dopo la menopausa. Anche alcuni farmaci possono provocare questo disturbo, avvertito come molto fastidioso. Oltretutto, negli ultimi anni, il fenomeno appare sempre più diffuso e non è raro imbattersi in persone che già a 50 anni usano il “pannolone” o altre accorgimenti.

Vescica iperattiva

La vescica iperattiva è causata da contrazioni involontarie o alterazione del tono della muscolatura vescicale, con chiusura imperfetta dello sfintere.

Incontinenza mista

L’incontinenza mista è caratterizzata dall’associazione dei sintomi tipici dell’incontinenza da stress e dell’incontinenza da urgenza.

Reishi e Cordyceps sono la risposta

In Giappone, Cina e Corea i disturbi urinari sono 20 volte meno numerosi che nei paesi occidentali. Ciò accade, principalmente, per l’opera di prevenzione messa in atto dalla popolazione, abituata ad assumere – un po’ come facciamo noi in Occidente con la camomilla – due funghi curativi come Reishi e Cordyceps, veri elisir di longevità. In Oriente questi funghi sono molti apprezzati perché garantiscono un’ottima soluzione al problema senza arrecare alcun effetto collaterale.
Cordyceps
Cordyceps migliora il tono muscolare perché aumenta del 30% la quota di energia e di conseguenza permette alla vescica di funzionare bene. Il farmaco corrispondente è la duloxetina, utile per migliorare il tono e la forza muscolare ma dai pesanti effetti collaterali. Di solito viene prescritto in casi già piuttosto compromessi.
Reishi
Ha un effetto rilassante sulla muscolatura della vescica, è molto efficace e spesso risolve da solo il problema. Anche in questo caso il raffronto con i farmaci chimici (Ossibutinina e Propiverina) mette in risalto il problema dei loro effetti collaterali, senza contare che talvolta non garantiscono una soluzione concreta del problema.

Cordialmente
dr Walter Ardigò

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato.

Immagine CAPTCHA

*