Cordyceps, Polyporus e Reishi migliorano l’insufficienza renale cronica

Pubblico, corredata da due mail, la sintesi della storia clinica di un professore universitario in pensione (per esigenze di privacy lo chiamerò Mario Rossi), affetto da un’insufficienza renale cronica che procede inesorabilmente verso la dialisi. Quando il rene non è più in grado di depurare il sangue dalle scorie tossiche si parla di insufficienza renale. Si tratta in moltissimi casi di una complicanza di altre malattie, come l’ipertensione arteriosa, il diabete, il lupus e altre patologie croniche degenerative del rene. Nel caso però che stiamo esaminando, il Cordyceps, il Polyporus e il Reishi hanno accompagnato i progressi di salute e i miglioramenti della funzionalità renale. I passaggi di questa positiva evoluzione posso essere così sintetizzati.
Nei primi tre mesi, la micoterapia arresta la progressione dell’insufficienza renale cronica. Nei secondi tre mesi migliora la salute renale, si allontana la minaccia della dialisi e nei tre mesi successivi i valori di riferimento della funzionalità dell’organo (creatina e filtrato glomerulare) tornano normali.

Richiesta

Da: Prof. Mario Rossi 
Data: Fri, 10 Jun 2011 01:45:49 +0200
Gentile dottor Ardigò, sono un professore universitario in pensione, di 77 anni! Purtroppo soffro d’insufficienza renale cronica con creatinina a 1.47 e filtrazione glomerulare a 47. Le chiedo se il Cordyceps sinensis può almeno limitare il danno renale.
Grazie e saluti
m.r.

Visita


Presenta insufficienza renale cronica con creatinina a 1.47 e filtrazione glomerulare a 47 ed è molto preoccupato di andare incontro alla dialisi, che lo limiterebbe moltissimo, oltre a essere un segno incontrovertibile dell’ormai compromessa funzionalità renale.

Ricetta di Micoterapia

Il Cordyceps sinensis è certamente utile per rafforzare il nefrone, nel processo depurativo.
Ma a questo conviene aggiungere il Polyporus, che è molto utile nell’aumentare la filtrazione, in modo fisiologico, risparmiando il potassio ed eliminando l’eccesso di sodio.

Prescrivo

Cordyceps 3 cpr/al dì di cpr da 500 mg (metà polvere e metà estratto concentrato).
Polyporus Plus 3 cpr/al dì di cpr da 500 mg (metà polvere e metà estratto concentrato).

Effetti collaterali e Controindicazioni

nessuno
Da:
Prof. Mario Rossi 
Data: 27 settembre 2011 15:18:15 GMT+02:00
Caro dottor Walter, come vede, dopo tre mesi esatti, c’è stato un leggero miglioramento della creatinina, che è passata da 1.48 a 1.36, e della filtrazione glomerulare, che da 46 è passata a 51. L’emoglobina purtroppo si è abbassata da 13 (normale) a 12.4 (anemia).
Grazie e saluti
m.r.

Dopo tre mesi Micoterapia

Ai due funghi già somministrati (Cordyceps e Polyporus) aggiungo il Reishi, per aumentare l’azione antinfiammatoria sul rene.
Da: Prof. Mario Rossi 
Data: Sun, 4 Mar 2012 21:39:46 +0100
Carissimo dottor Walter, le comunico che i risultati dei miei esami ematochimici sono molto confortanti.
A ogni modo, la creatinina è 1.36 (dovrebbe essere 1.3) e la filtrazione glomerulare è 51 (dovrebbe essere 60). Con la botta subita dell’Herpes Zoster e tutto il Tachidol che ho ingurgitato per alleviare i dolori, non speravo certo che i miei parametri fossero così buoni. Con il suo permesso vorrei fare un intervallo di uno, due mesi, per poi ricominciare l’assunzione di Reishi, Cordyceps e Polyporus. Immensamente grazie dottor Ardigò per la sua professionalità, competenza e cortesia nei miei confronti.
Cari saluti
m.r
From:
Walter Ardigò 
Sent: Monday, March 05, 2012 2:33 PM
Gent.mo prof. Mario Rossi,
sono contento per i suoi importanti miglioramenti. A mio avviso, però, non deve osservare alcun intervallo. Al contrario, è il momento di battere il ferro, ora che è caldo, per giungere al traguardo. Altrimenti, il capitale acquisito rischia di andare perso o di ridimensionarsi. Quando i valori normali si saranno stabilizzati, si vedrà il da farsi (eventuali intervalli o, per meglio dire, riduzioni). Rallegrandomi comunque per le buone notizie e lasciando certamente a lei l’ultima parola, le porgo i miei più cari saluti.
Walter
Da: Prof. Mario Rossi 
Data: Mon, 5 Mar 2012 23:21:09 +0100
Da domani riprendo la cura.
Un abbraccio
m.r.

Concludendo

Nei tre mesi successivi i valori sono ulteriormente migliorati e tornati alla normalità. Un dato interessante è il ritorno alla normalità anche dell’anemia, dopo l’introduzione del Reishi, fungo che favorisce la rigenerazione dei globuli rossi e dell’emoglobina: la sua diminuzione è normale in chi soffre di patologie renali, dato che è proprio il rene a produrre l’eritropoietina (EPO), l’ormone glicoproteico che stimola la produzione di globuli rossi. Com’è noto, quando l’EPO non viene iniettata per necessità strettamente cliniche, si parla di doping, pratica molto pericolosa.

Cordialmente
dr Walter Ardigò

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo mail non sarà pubblicato.

Immagine CAPTCHA

*